“Vihor showed exceptional ability when it came to the technical aspects of the work he performed, so his choosing an encore that demanded to be played in a fast and furious manner came as no surprise. His moving and delicate moments were also highly in evidence, especially for me in Beethoven’s “Sonata No. 23 in F minor, Op. 57” in which he displayed a mature sense of phrasing and total overall understanding of the masterwork’s structure.”                                                Barry Plaxen
“Ivan Vihor is an artist with great temperament and musical charm, and possesses a beautiful and profound sound and sonority”. -legendary pianist Vladimir Krpan
“Ivan Vihor is an artist with great temperament and musical charm, and possesses a beautiful and profound sound and sonority”.
-legendary pianist Vladimir Krpan
IVAN VIHOR
PIANIST
  
IVAN VIHOR ha fatto il suo debutto con orchestra all'età di 10 anni eseguendo il Concerto in fa minore BWV 1056 di J. S. Bach con l'Orchestra Sinfonica del Festival di Chioggia sotto la direzione di Pietro Perini. Elogiato come bambino prodigio e virtuoso impeccabile, iniziò presto a dare concerti da solista e recital. Ivan Vihor è ospite delle serie concertistiche e dei festival internazionali più rinomati, tra cui il Samobor Festival, Osor Festival, Festival di Spoleto, Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo, Monferrato Classic Festival, Festival St.Marco, "Concerts du cloitre" Nizza, TivoliVredenburg Utrecht, Shandelee Music Festival ecc. I numerosi premi in Concorsi pianistici nazionali ed internazionali conseguiti da Ivan Vihor includono il Concorso Pianistico EPTA, Zlatko Grgosevic Zagreb, il Concorso Nazionale Maggiore a Dubrovnik (2009, 2013), il Festival Musica a Laguna Chioggia (2015), "Daleki akordi" (2010), " Premio Lino Barbisotti " (2016)," Concorsi rotariani per i migliori pianisti (2016), "Bettinelli Competition" (2016), "Concorso pianistico di San Donà di Piave" (2015), Concorso pianistico internazionale "Svetislav Stancic" (2018), Concorso pianistico "Massarosa" (2018), Concorso pianistico "Lazar Berman" (2018). Nel mese di luglio 2017 Ivan Vihor ha ottenuto il più prestigioso riconoscimento istituzionale italiano, ottenendo - unico pianista non italiano a vincere il primo premio - il Premio Nazionale delle Arti, concorso tenutosi nel Conservatorio G. Rossini di Pesaro. Nell'ottobre 2017, Ivan Vihor è stato dichiarato il miglior giovane musicista croato, avendo vinto qualche settimana prima sia il Concorso ”Papandopulo" che il "Ferdo Livadic" (secondo caso nella storia a vincere entrambi i premi). Ivan Vihor si è esibito in tutta Europa (Croazia, Slovenia, Austria, Francia, Italia, Paesi Bassi) e nel Nord America, dove ha tenuto un tour di concerti (agosto 2017). Ha anche pubblicato un CD per l'etichetta MC Harmony a maggio 2015. Ha collaborato con direttori del calibro di B.Sipus, M.Tarbuk, P.Perini, U.Lajovic, A.Ceccato. Il Corriere della Sera lo ha elogiato "come il più promettente giovane pianista e un elettrizzante virtuoso". Ivan Vihor Krsnik Cohar è nato a Rijeka, in Croazia, nel 1997. Ha iniziato la sua educazione formale all'età di 6 anni presso la "Ivan Matetic Ronjgov" Music School nella sua città natale, con la prof. Ana Drazul. Dopo aver completato l'esame di diploma per pianoforte con lode, si è iscritto al Conservatorio Gaetano Donizetti (Bergamo) nella classe del prof. Marco Giovanetti con il quale ha conseguito il Bachelor of Music Degree con il massimo dei voti e la lode. Attualmente sta studiando con Marco Giovanetti al Conservatorio di Bergamo e con Enrico Pace e Roberto Giordano all' Accademia pianistica "Incontri col Maestro" a Imola.